AbruzzoItinerari

Parco Nazionale d’Abruzzo in Camper [Parte 1]

Le montagne mi sono sempre piaciute. Le salite, le discese, le curve, le soste ombrose. L’aria fresca che mi raffredda il motore. Mi sento bene in montagna. E pare proprio che io e il peloso su questo siamo davvero in sintonia. Anche se lui, sempre esagerato, ama da matti anche il ghiaccio! Capiamoci, a me per esempio la neve piace, amo anch’io essere circondato dal paesaggio ricoperto da quel manto bianco e morbido, percepire quei fiocchi leggeri posarsi su di me formando uno strato spesso e ovattato. Piace anche a me essere coccolato dal tepore della stufa. Ma quello che proprio non sopporto è il ghiaccio. Mi crea un sacco di problemi e poi, fondamentalmente, odio le catene.

Oliver.

On the road: Verso il Parco Nazionale d'Abruzzo d'Abruzzo
On the road: Verso il Parco Nazionale d’Abruzzo d’Abruzzo

Giugno è senz’altro il mese più bello per vivere la montagna. E il Parco Nazionale d’Abruzzo non fa eccezione. La neve in questo periodo dell’anno scompare dal paesaggio e i prati erbosi si ricoprono di fiori.

Val Fondillo
Val Fondillo

Centro del Parco Nazionale d’Abruzzo è Pescasseroli, dove ogni volta che arriviamo ci sentiamo a casa. Il Parco è sempre stato per noi il posto di montagna più ambito quando sentiamo il bisogno di immergerci completamente nella natura. Da Roma occorrono meno di tre ore per raggiungerlo.

A Pescasseroli parcheggiamo il camper in Piazza Vittorio Emanuele lungo i giardini di lato al Municipio. Aggirarsi tra i vicoli e le piazze del centro storico di questa piccola cittadina è un vero piacere e noi ci fermiamo sempre qui per rifornirci di viveri. A pochi passi dalla Piazza all’angolo tra Largo Molinari e Via D’Annunzio c’è un negozio di alimentari che vende formaggi locali buonissimi. Di fronte troviamo la pasticceria Leone. In un’altra traversa di Piazza Vittorio, in Via della Piazza, c’è il nostro negozio preferito, una frutteria/emporio che oltre a vendere frutta e verdura ha diversi oggetti dell’artigianato locale, cesti, utensili e ceramiche tradizionali. Ma la vera chicca sono i sott’olio in barattolo preparati dalla proprietaria del negozio, buonissimi. Assolutamente da non perdere gli agretti, i carciofini e l’aglio! Sempre vicinissimo alla Piazza c’è Il Vecchio Forno che fa dell’ottimo pane.

Pescasseroli
Pescasseroli

Fatta la spesa ripartiamo per raggiungere la Val Fondillo che si trova tra Opi e Barrea. Il Vecchio Mulino è il nostro campeggio preferito al Parco ed è a circa 500 metri dall’ingresso della valle. Praticamente circondato da torrenti d’acqua cristallina questo campeggio è veramente un luogo di pace, tenuto benissimo dai proprietari abruzzesi che lo hanno realizzato trasformando il vecchio mulino del nonno.

Ed eccoci finalmente alla Val Fondillo! Chi volesse arrivare direttamente qui con il camper o con la macchina troverà un parcheggio a pagamento. All’ingresso della Valle ci sono anche un’area pic-nic, un bar ristoro, l’Ufficio informazioni, possibilità di organizzare passeggiate ed escursioni a cavallo, incontri ravvicinati con gli asini e di visitare il Museo della foresta.

Da qui partono diversi sentieri, alcuni adatti a tutti alcuni più impegnativi come quello per il Passo dell’Orso e per il Monte Amaro. Noi solitamente ci manteniamo sul fondovalle, percorrendo il sentiero che costeggia il torrente Fondillo, e ci godiamo i praticelli fioriti e lo scorrere dell’acqua ghiacciata e limpida.

Durante la settimana che va dal 20 al 25 giugno gli operatori del Parco organizzano nella Valle la Festa d’Estate, durante la quale si svolgono laboratori per adulti e bambini, passeggiate notturne, escursioni guidate, sessioni di yoga, musica e danze.

Insomma a giugno la Val Fondillo raggiunge il massimo splendore, ma rimane in assoluto un luogo magico in tutte le stagioni.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/iviaggi5/public_html/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454