Uncategorized

Acquistare un camper usato: alcuni consigli

Quando ci si appresta ad acquistare un camper usato è necessario fare attenzione ad alcune cose. La spesa infatti è comunque da non sottovalutare, anche se si può rimanere decisamente al di sotto delle decine di migliaia di euro necessarie per l’acquisto di un camper nuovo.

Bisogna quindi assicurarsi che il camper usato prescelto risponda alle nostre esigenze. Esigenze che, ovviamente, non sono universali!

Andiamo a vedere quindi cosa guardare quando si acquista un camper usato, ma anche “come passare da un camper vintage a un camper un po’ meno vintage” 😉

 

La tipologia di Camper

Prima di tutto, una volta stabilita la cifra che abbiamo a disposizione per il grande passo, bisogna decidere che tipologia di camper cercare. Ce ne sono di diversi tipi e per scegliere quello giusto per noi dobbiamo fare un’analisi oggettiva delle nostre esigenze e cercare di non farci trascinare da innamoramenti per tipologie che non fanno per noi.

Westfalia - foto dal sito touringclub.it
Westfalia – foto dal sito touringclub.it

Per esempio per una coppia con bambini a mio avviso è sconsigliabile la tipologia Puro. Dal nome stesso si evince che è tendenzialmente un camper con comfort essenziale. Generalmente di piccole dimensioni è più adatto a una coppia giovane o a un single. Sicuramente più agile e comodo nei centri abitati ma con una vivibilità ridotta all’osso.

Anche se poi Ermanno, di cui potete avere notizie su inviaggioconermanno.it, smentisce con i fatti parte di quello che ho appena detto. Sul suo sito vedrete un affascinante mini van Fiat 238, che macina chilometri con una meravigliosa coppia di ragazzi e con un bambino stupendo a bordo!

inviaggioconermanno.it
inviaggioconermanno.it

Comunque sono giovani e hanno capacità di adattamento maggiori dei meno giovani. Quindi se volete viaggiare con un così detto Puro, la domanda che dovete farvi è: sono una persona che si adatta facilmente a vivere in poco spazio e con le cose essenziali?

Oltre il Puro di tipologie ce ne sono parecchie: il famoso Mansardato, il Motorhome, il Semintegrale, i 4X4 ecc. a voi l’ardua impresa di decidere. Cliccando QUI trovate una breve descrizione dei vari tipi di camper che potrà esservi senz’altro utile.

Laika Ecovip 3L - Foto dal sito Caravan.itLaika Ecovip 3L – Foto dal sito Caravan.it

Il marchio

Un’altra cosa importante è il marchio. Sicuramente se cerchiamo un Laika o un Hymer, insomma marchi di fascia alta, avremo meno possibilità di sorprese con l’andar del tempo. Anche un Arca ben tenuto potrebbe essere una buona scelta, visto che per un certo periodo (anni ’90) in alcuni modelli hanno espresso il meglio sia nel loro design che nella loro qualità di allestimento.

 

ArcaAmerica foto su camperUsati.eu
ArcaAmerica foto su camperUsati.eu

Acquistare un camper usato da un Privato o Rivenditore?

Regolarmente, chi deve acquistare un camper usato si chiede se è meglio rivolgersi ad un rivenditore o ad un privato. La nostra esperienza ci ha insegnato che il rivenditore, nella maggior parte dei casi, è sempre più caro del privato. D’altra parte i rivenditori però generalmente ritirano valutando l’usato e scalando tale valore dall’importo del nuovo acquisto.

Questo potrebbe essere un buon motivo per comprare dal rivenditore per chi ha già un camper e non ha voglia o tempo per impegnarsi nella vendita del proprio. Inoltre rilasciano una garanzia di almeno un anno sulle infiltrazioni e alcuni anche sulla parte meccanica. Certamente bisogna tenere conto che c’è il rivenditore onesto e quello disonesto. Ma lo stesso discorso lo possiamo fare riguardo il privato.

Stato del camper

E’ sempre consigliabile in ogni caso fare vedere il mezzo prescelto da un meccanico di fiducia o da un amico con una certa esperienza sui camper. Riguardo le infiltrazioni oggi ci sono anche dei centri specializzati che con circa un centinaio di euro, con uno scanner elettronico fanno un test piuttosto attendibile, da cui se c’è un’infiltrazione nella maggior parte dei casi viene fuori.

Nell’acquistare un camper usato, un altro sistema per controllare che sia in buono stato è fidarsi della propria impressione che comunque deve essere sempre il risultato di un’attenta osservazione del mezzo.

  1. Cercate i punti di ruggine nella parte esterna del camper.
  2. Controllate il parabrezza, le guarnizioni e le condizioni di tutti i vetri e finestre.
  3. Guardate e toccate nei punti critici all’interno della cellula: negli angoli, intorno alle finestre e agli oblò, il pavimento soprattutto vicino ai servizi della cucina e del bagno.
  4. Assicuratevi che non ci siano crepe nelle parti di plastica o vetroresina della doccia e del bagno.
  5. E comunque ricordate sempre che un camper deve avere un buon odore. Niente puzza di muffa, niente puzza di umidità, niente puzza di olio bruciato (motore).
Foto di Servane Nauleau nel gruppo fb Rétro camping-car
Foto di Servane Nauleau nel gruppo fb Rétro camping-car

Certo acquistando un mezzo datato su qualcosa bisogna mediare, sicuramente qualche segno del tempo non mancherà. Ma dovete saper valutare l’eventuale grado di gravità del difetto ed essere consapevoli comunque di quello che state acquistando. Anche perché se il camper ha un problema risolvibile con qualche centinaio di euro, avrete un motivo per allargare il margine di trattativa con il venditore e assicurarvi che l’eventuale intervento vi venga scalato dall’importo dell’acquisto.

Se poi dovete acquistare un camper usato a 5.000 euro, non pretendete l’impossibile!

Non ci resta che augurarvi, ancora una volta, molti buonissimi chilometri!

 

Bellissimo Hymer foto himerclubitalia
Bellissimo Hymer foto himerclubitalia
Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/iviaggi5/public_html/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454