ItinerariSabaudia

Il mare alla fine del tunnel (con il camper ovviamente)

Ed eccoci qui, dopo 5 mesi tra ospedali, farmacie, laboratori di analisi, ortopedici per me, chirurghi per lui, notti in bianco, depressione, anche un po’ di rabbia a dirla tutta e, perché no, tanta paura, finalmente fuori dal tunnel.

Spiaggia mare e cielo

Si dice che i guai non vengano mai da soli, bè pare proprio sia vero. Ma per ora siamo fuori. Alla luce del sole, grazie soprattutto agli amici, alle persone meravigliose che si sono fatte in quattro per starci vicino e farci coraggio.

Benjamin sul bagnasciuga

Prima tappa per metterci alla prova, Ecovip 7.1 compreso, il “nostro” mare: Sabaudia.

Tre giorni di sana aria di mare. Due giornate di sole stupendo e uno con qualche nube ma senza vento e con una temperatura piacevole. Per essere dicembre non male. Il bello di vivere a Roma è anche potersi godere l’aria del sud a pochi chilometri da casa. Sabaudia ci ha regalato anche questa volta lo spettacolo della sua spiaggia infinita, dei suoi laghi salati, del promontorio del Circeo e dei suoi tramonti bellissimi.

Questa volta abbiamo sostato allAgricampeggio Mizzon. Un’area oserei dire perfetta, anzi se qualcuno ha in mente di aprire un’area sosta camper può tranquillamente copiare questa dei Fratelli Mizzon. Piazzole ampissime in ghiaia, tutte dotate di allaccio corrente e coperte da telo frangisole. I servizi igienici sono nuovi e pulitissimi. L’Agricampeggio è provvisto di area scarico per nautico, acque grigie e per cassetta.

Aree attrezzate con barbecue, grande gazebo come spazio comune e campo da palla a volo in erba. Il tutto riservato e silenzioso. Navetta gratuita in alta stagione per il mare. In più, non possiamo non sottolineare la grande cordialità e disponibilità dei proprietari.

Che dire del nuovo Oliver? Bè l’Ecovip 7.1 si è rivelato all’altezza delle nostre aspettative. Silenzioso durante il viaggio e con grande vivibilità degli spazi interni. Letto super comodo, ampia dinette, luminoso e con ottima capacità di stivaggio, tra cui un grande gavone sotto il letto.

A Benjamin non sembra vero di essere di nuovo in camper. Lui ama viaggiare e ha un debole per il mare d’inverno. L’acqua, l’aria fresca, gli spazi, le corse e gli incontri tra pelosi. E’ di nuovo un cane felice!

Oliver il Camper 2 quindi è pronto per il prossimo viaggio con il quale non vediamo l’ora di inaugurare il nuovo anno. Che altro dire? Speriamo che il 2018 sia pieno di BELLE sorprese e grandi viaggi. E questo è anche l’augurio migliore che possiamo fare a tutti voi. Alla fine della storia non ci rimane che augurarvi Buone Feste e Buoni Chilometri a tutti!     

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/iviaggi5/public_html/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454