Itinerari

Dal Capodanno a Foligno alla Befana a Manfredonia: in camper tra il sacro e il profano

Cena di fine/inizio anno in casa di amici a Foligno. Bella tavolata, tanto calore umano, buon cibo, risate e tombolata con ricchi premi e cotillons. Una tombola particolare perché ne siamo usciti tutti vincitori. C’è stato anche il premio per chi non aveva vinto nulla.

Cena di Capodanno a Foligno

A Foligno abbiamo parcheggiato il camper appena arrivati a Le Conce, parcheggio a ridosso del centro storico, costo 50 centesimi l’ora. L’ingresso al parcheggio piuttosto agevole ma purtroppo non possiamo dire altrettanto dell’uscita: non è stata cosa facile! Per di più alle 2 di notte. Attraverso un varco e un vicolo strettissimo siamo riusciti a passare non sappiamo neanche noi come! Sconsigliato quindi ai camper più larghi di 2 metri e 20.

Il giorno dopo abbiamo preferito parcheggiare in Via Fratelli Bandiera, Parcheggio “Plateatico Grande” – “Largo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” Pubblico Gratuito, anche qui a ridosso del centro, su una strada molto trafficata dove passa continuamente gente a piedi. Anche se non vigilato abbastanza sicuro.

Ingresso del Parcheggio Plateatico gratuito a Foligno

Nel pomeriggio siamo andati al cinema a vedere Napoli Velata, con i nostri ben 26 amici con i quali abbiamo passato il Capodanno. E qui il profano ci sta tutto, andate a vedere il film e capirete perché. Ma nessuno è riuscito a capire fino in fondo il film e ancora in molti non riusciamo a dire se ci è piaciuto o no! Ci rifletteremo su per il resto dell’anno, probabilmente…

La notte siamo stati presso l’area sosta dell’Agriturismo Il Giardino degli Elfi, vicino Bevagna. Posto tranquillo e attrezzato, ma un po’ caro vista la stagione: 20 euro a notte.

Foligno è una bellissima cittadina. Vivace, con un centro storico perfettamente ristrutturato e ricco di palazzi storici, stradine caratteristiche e una bellissima piazza con il Duomo. Inoltre è piena di gente cordiale e allegra e si mangia benissimo. Ogni volta che ci vado penso di trasferirmici!

Il 2 mattina siamo partiti in direzione Mattinata, Gargano, ci siamo fermati una notte in Molise all’area sosta camper Marina di Petacciato, ben attrezzata, sul mare, gestori gentilissimi ma la strada statale a ridosso dell’area è veramente rumorosa. Per di più passa anche il treno…

Benjamin al mare all'area sosta di Petacciato Marina

Arrivati a Mattinata ci siamo fermati sulla costa presso l’Area Sosta da Francesco accanto al B&B Auliv. Piccola e affacciata sul mare lungo una bella spiaggia di ciotoloni bianchi, l’area l’abbiamo trovata con pochi camper e tutti tedeschi.

Ci siamo trovati molto bene e da lì abbiamo fatto due escursioni, una a Mattinata ad appena qualche chilometro dall’area e una un po’ più impegnativa a Vieste percorrendo la strada panoramica del Gargano: bellissima.

Entrambe le cittadine, anzi Vieste di più, erano molto spente a causa del periodo invernale. Quasi tutto chiuso, anche i ristoranti. Anche se in fondo eravamo pur sempre nel periodo delle feste natalizie…

Ed ecco alcuni scorci di Mattinata

E di Vieste

Il 5 gennaio ci siamo spostati al Camping Lido Salpi a Manfredonia situato lungo una bella spiaggia di sabbia, unico campeggio aperto della zona. Anche qui solo tedeschi, austriaci, svizzeri e inglesi. Tutti rigorosamente attempati e con cani al seguito. Educatissimi e gentili come del resto i gestori, pugliesi, del campeggio.

Da qui abbiamo visitato Manfredonia. Ci tengo a dire che siamo tornati in questa città del Gargano dopo esserci stati l’ultima volta la bellezza di almeno 44 anni fa. Proprio a Manfredonia ufficializzammo l’inizio della nostra storia d’amore. Quando l’ho fatto presente a Matteo, il gestore del campeggio, mi ha detto ridendo: “Accidenti bel revival!”

Manfredonia è una bellissima città e a differenza delle altre anche piena di vita fuori stagione. Il sole ci ha abbagliato tutto il giorno e abbiamo mangiato benissimo al ristorante Cala Diomede affacciato sul Porto Turistico.

Il giorno dopo gita a Monte Sant’Angelo. Questo piccolo centro molto bello sulla montagna sopra Manfredonia deve la sua popolarità all’Arcangelo Michele che pare sia apparso in una grotta intorno alla quale sono stati poi costruiti la bella Basilica e il Santuario. Tutto molto suggestivo. Peccato per la nebbia.

A Monte Sant’Angelo ci siamo rimpinzati di prodotti tipici, la ricottina davvero speciale, e la crema di cicoria e fave buonissima, seduti a un tavolo dell’Osteria del Corso. Tutto davvero ottimo.

Presi oramai da un moto di spiritualità ci siamo recati il giorno dopo a San Giovanni Rotondo, il paese dove c’è il Santuario di Santa Maria delle Grazie con il Convento e la Chiesa di San Pio da Petrelcina sempre ovviamente dedicata a Padre Pio.

Quest’ultima costruita recentemente e progettata da Renzo Piano. Struttura, per carità, di pregio e genio architettonico, ma assolutamente priva, almeno per me, di quella vibrazione spirituale che pervade generalmente questi luoghi.

Mi è piaciuta di più la chiesetta antica facente parte del convento dove risiedeva Padre Pio, ma sicuramente più bello Monte Sant’Angelo e il Santuario dell’Arcangelo Michele.

Saziata la voglia di luoghi sacri, l’ultimo giorno prima di rientrare a Roma l’abbiamo dedicato a Margherita di Savoia, località a sud di Manfredonia famosa per le saline e la zona umida. La cittadina non ci ha entusiasmato, molto turistica, con un lungo mare ben curato ma tutto chiuso. Pieno di costruzioni recenti.

Sicuramente valeva la pena percorrere a piedi l’itinerario tra i laghi per vedere gli uccelli che popolano la laguna, ma il tempo non è stato clemente. Ha piovuto tutto il giorno.

Ma i pugliesi sono meravigliosi e anche qui non ci ha deluso né l’accoglienza né il cibo: abbiamo mangiato presso il ristorante Il Canneto, un pranzo strepitoso, con prodotti del territorio Slow Food, biologici, pesce fresco tutto cucinato in modo sublime e, vista la qualità, anche piuttosto economico.

Grazie Puglia! 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/iviaggi5/public_html/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 454